poesia dorsale - noi ragazzi
Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino /
Gli indifferenti / costretti a sanguinare /
Cavie / Ribelli /
Siamo spiacenti di  /giocare per forza / il giuoco delle perle di vetro
Annunci
poesia dorsale - io non compro
No! /
 Io non compro la polvere dei sogni, i fiori del male, ectasy /
L’uso dei piaceri / illusioni /
Se questo è un uomo la nevrosi si può vincere /
L’amore è tutto.

esco - poesia dorsale

Esco a fare due passi/
camminando/ sulla strada/ a caccia dell’ultimo uomo selvaggio/
il mondo in gioco/
io non ho paura.
poesia dorsale - gravidanza
Quella volta che in viaggio/esercizi d’amore/ da cosa nasce cosa
papà
sarò mamma / la nausea / il bambino nascosto
nati per vincere
la felicità domestica
Dialoghi - Poesia Dorsale
Dialoghi/
un indovino mi disse/Dio non è grande/
bla bla bla/
Dice lo Zen/divieni cio che sei/
Fuffa/
il mondo deve sapere/
avere o essere?/la scelta difficile

Poesia Dorsale

marzo 16, 2008

Ci sono idee o cose che a volte mi lasciano come folgorato, che mi appassionano e diventano la mia ossessione per giorni interi. Possono essere giochi di parole letti su qualche rivista, pubblicità particolarmente ben riuscite o opere d’arte. Mi affascinano soprattutto l’inventiva e la capacità dell’uomo di trovare sempre delle nuove forme di espressione personali ed innovative o di associare concetti in modo divertente, arguto ed originale.
E’ il caso della “poesia dorsale“, un’idea che nella sua semplicità, racchiude passione per i libri, sensibilità poetica, acume letterario, spirito ludico e impatto visivo.

poesia dorsale

L’idea è venuta al giovane graphic designer Silvano Belloni, osservando delle pile di libri accatastati alla rinfusa, e poi sviluppata insieme ad Antonella Ottolina, giornalista e Chiara Corio photo editor. Si tratta di comporre delle brevi poesie utilizzando i dorsi dei libri. Il contenuto del libro non è importante, anzi è assolutamente irrilevante, quello che serve è una manciata di titoli, i più disparati, da assemblare insieme in un questo brainstorming da scaffale. Trovati i titoli giusti, i libri vengono impilati e fotografati immortalando la poesia con tutta l’eterogeneità del dorso dei libri, con i loro colori, spessori e caratteri differenti. Read the rest of this entry »